BISOLVON LINCTUS SCIROPPO MUCOLITICO - 250 ML


Marchio: Boehringer Ingelheim


Codice 021004041


  Dispositivo medico


10,40


aumenta quantità
diminuisci quantità



BISOLVON LINCTUS SCIROPPO MUCOLITICO - 250 ML
CATEGORIA FARMACOTERAPEUTICA:
Espettoranti, escluse le associazioni con antitosse.

PRINCIPI ATTIVI:
Bromexina cloridrato.

ECCIPIENTI:
Acido benzoico, maltitolo liquido, sucralosio, aroma cioccolato, aroma ciliegia, levomentolo, acqua depurata.

INDICAZIONI:
Trattamento delle turbe della secrezione nelle affezioni respiratorie acute e croniche.

CONTROINDICAZIONI/EFFETTI SECONDARI:
Ipersensibilita’ al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti; bambini di eta’ inferiore ai 2 anni; in caso di condizioni ereditarie che possono essere incompatibili con uno degli eccipienti; non ci sono controindicazioni assolute, ma in pazienti con ulcera gastroduodenale, se ne consiglia l’uso dopo consulto medico; controindicato durante l’allattamento.

POSOLOGIA:
Si consigliano i seguenti dosaggi salvo diversa prescrizione medica.
Adulti: 5 - 10 ml 3 volte al giorno.
Negli adulti, all’inizio del trattamento, puo’ essere necessario aumentare la dose totale giornaliera fino a 48 mg divisa in tre volte.
Bambini di eta’ superiore ai 2 anni: 2 ,5 - 5 ml 3 volte al giorno.
Si consiglia l’assunzione del farmaco dopo i pasti.
Lo sciroppo e’ somministrabile a diabetici e bambini sopra i 2 anni, non contiene fruttosio ne’ saccarosio.
Non superare le dosi consigliate.
Per misurare la dose appropriata utilizzare il bicchiere dosatore inserito nella confezione (con tacche a 1,25 ml pari a 1 mg d i bromexina cloridrato, 2,5 pari a 2 mg di bromexina cloridrato e 5 ml pari a 4 mg di bromexina cloridrato).

CONSERVAZIONE:
Questo medicinale non richiede alcuna condizione particolare di conservazione.

AVVERTENZE:
Il trattamento con il medicinale comporta un aumento della secrezione bronchiale (questo favorisce l’espettorazione).
Non usare per trattamenti protratti.
Nel trattamento di condizioni respiratorie acute, consultare il medico se i sintomi non migliorano o peggiorano nel corso della terapia.
In pochissimi casi, contemporaneamente alla somministrazione di espettoranti quali la bromexina, sono state osservate gravi lesioni della cute quali la sindrome di Stevens Johnson e la necrolisi epidermica tossica (NET).
La maggior parte di queste potrebbe essere spiegata dalla gravita’ di malattie sottostanti o da altri farmaci assunti contemporaneamente.
Inoltre nella fase iniziale della sindrome di Stevens Johnson o della necrolisi epidermica tossica (NET), i pazienti potrebbero inizialmente avvertire dei sintomi non specifici simili a quelli dell’influenza, come per esempio febbre, brividi, rinite, tosse e mal di gola.
A causa di questi sintomi fuorvianti e’ possibile che venga intrapreso un trattamento sintomatico con una terapia per la tosse e il raffreddore.
Pertanto, se si verificano nuove lesioni della cute o delle mucose interrompere precauzionalmente il trattamento con bromexina durante i successivi accertamenti.
I mucolitici possono indurre o struzione bronchiale nei bambini di eta’ inferiore ai 2 anni.
Infatti la capacita’ di drenaggio del muco bronchiale e’ limitata in questa fascia d’eta’, a causa delle caratteristiche fisiologiche delle vie respiratorie.
Essi non devono quindi essere usati nei bambini di eta’ inferiore ai 2 anni.
Il medicinale contiene maltitolo liquido.
Questo medicinale puo’ avere un blando effetto lassativo.

INTERAZIONI:
Non sono state riportate interazioni clinicamente rilevanti con altri medicinali.

EFFETTI INDESIDERATI:
Patologie del sistema immunitario, della cute, del tessuto sottocutane o, dell’apparato respiratorio, del torace e patologie del mediastino.
Frequenza non nota: reazione anafilattica compreso lo shock anafilattico, angioedema, broncospasmo, orticaria, prurito; frequenza rara: rash cutaneo e altre reazioni da ipersensibilita’.
Patologie dell’apparato gastrointestinale.
Frequenza non comune: nausea, vomito, diarrea e dolore addominale superiore.

GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO:
Non sono stati condotti studi volti ad indagare gli effetti sulla fertilita’ umana.
Basandosi sull’esperienza preclinica non vi sono indicazioni di possibili effetti sulla fertilita’ a seguito dell’uso della bromexina.
Vi sono dati limitati sull’uso della bromexina nelle donne in gravidanza.
Studi sugli animali non indicano effetti nocivi diretti o indiretti con riguardo alla tossicita’ riproduttiva.
Come misura precauzionale, e’ preferibile evitare l’uso del farmaco durante la gravidanza.
Non e’ noto se la bromexina e i suoi metaboliti passino nel latte umano.
I dati di farmacodinamica e tossicologia disponibili sugli animali hanno mostrato l’escrezione della bromexina e dei suoi metaboliti nel latte materno.
Un rischio per i bambini allattati al seno non puo ’ essere escluso.
Il medicinale non deve essere usato durante l’allattamento.

Download PDF

 

Non esistono recensioni su questo prodotto.

 

 

 

INSERISCI UNA RECENSIONE

 

 

 



 

I marchi registrati presenti nel sito sono di proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.
Altri  nomi di prodotti, progetti, termini, processi o frasi menzionati nel sito possono essere marchi o denominazioni commerciali registrati ed usati solo per migliorare la ricerca degli stessi all'interno del portale.
Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica © 2015 Farmajet E' vietata la riproduzione anche parziale.