CITROSODINA® COMPRESSE MASTICABILI 30 COMPRESSE


Marchio: Bayer


Codice Min. 8000560783001


sconto 25%  Risparmi 1,80 €


7,20 €    5,40 €


aumenta quantità
diminuisci quantità


CITROSODINA® COMPRESSE MASTICABILI 30 COMPRESSE
La nuova referenza in pratiche compresse masticabili da assumere senza acqua. La nuova confezione infatti è adatta a chi anche fuori casa non vuole rinunciare ai benefici di Citrosodina. Le compresse, al piacevole gusto di limone, non contengono zucchero e quindi sono indicate anche per persone che devono tenere sotto controllo il livello di zuccheri.
Con Citrosodina ritrovare la strada della leggerezza è più pratico e veloce. Anche fuori casa.
Grazie alla sua nuova confezione, Citrosodina Masticabile è ideale per ogni occasione, pratica da portare in giro, dal pranzo di lavoro alla cena con gli amici, una vera alleata sempre a portata di mano, e pronta a farti ritrovare subito il benessere di cui hai bisogno.Citrosodina Compresse Masticabili: rapida, efficace e anche buona. Citrosodina, l’effervescenza che ti facilita la digestione.

Modo d’uso:
Le compresse masticabili di Citrosodina sono indicate in ogni momento della giornata, in particolare al termine dei pasti.

Avvertenze:
Un consumo eccessivo può avere effetti lassativi.

Composizione:
Edulcoranti: Xilitolo, Mannitolo, Sodio Bicarbonato, Acido Citrico Anidro; aroma: Limone; antiagglomerante: Magnesio Stearato.

Il processo digestivo:
Già quando pregustiamo un cibo particolarmente appetitoso con la vista e l’olfatto, il nostro fisico si mette in moto per predisporsi alla digestione. La salivazione comincia ad aumentare e lo stomaco avvia la produzione di acidi gastrici. Inizia così il processo digestivo, che consentirà al nostro corpo di assimilare le sostanze nutrienti contenute nelle pietanze. Questo processo si chiama digestione.Dopo un’adeguata masticazione, il cibo viene spinto nell’esofago, un tubo che collega la gola allo stomaco, da qui, grazie a un moto muscolare ondulatorio, la peristalsi, il bolo - cioè il cibo masticato - viene spinto verso il basso e, passata una valvola muscolare chiamata cardias, che ne impedisce il riflusso verso l’alto, giunge nello stomaco: un organo dalla forma di un sacco, capace di contenere più di un litro di bolo. Qui il cibo, anche grazie alle robuste pareti muscolari dello stomaco che si contraggono ritmicamente, si mescola alle sostanze prodotte da ghiandole che, a ogni pasto, secernono circa 500 ml di succo gastrico, composto da enzimi, muco e acido cloridrico.La funzione dell’acido cloridrico è quella di "spezzare" le molecole complesse di cui è composto il cibo in molecole più leggere, cioè più digeribili, uccidere i batteri e attivare un enzima secreto dalle ghiandole gastriche, il pepsinogeno. Quando, nella cavità dello stomaco, il pepsinogeno si unisce all’acido cloridrico, diventa pepsina, un’importantissima sostanza capace di frazionare le proteine favorendone il successivo assorbimento da parte dell’organismo.Il cibo, così trasformato in chimo, viene spinto attraverso una valvola, il piloro, nel primo tratto dell’intestino tenue, ovvero il duodeno. Qui la digestione prosegue, con il chimo che si mescola con una serie di sostanze - prodotte da pancreas, fegato e cistifellea - che aiutano a frazionare il cibo in proteine, carboidrati e grassi. Sostanze che, così trasformate in molecole più facilmente utilizzabili dal nostro corpo, arrivano nell’intestino, dove viene portato a termine l’assorbimento delle preziose risorse necessarie alla nostra vita.

UNA CATTIVA DIGESTIONE
La digestione: essenziale per la salute, ma non sempre buona...
Quando la digestione si fa difficile, già durante il pasto avvertiamo un senso di sazietà precoce, per non parlare del dopo pasto, quando talvolta sopraggiungono sgradevoli sensazioni di gonfiore, pesantezza, acidità e bruciore di stomaco.Questi problemi digestivi, comunemente diffusi ma non per questo meno spiacevoli, sono i fastidiosi segnali - insieme a senso di gonfiore, lieve nausea e disturbi allo stomaco - che accompagnano più frequentemente una cattiva digestione.La cattiva digestione è un evento comune, solitamente dovuto a cause molto semplici di cattiva alimentazione quali il consumo frettoloso delle pietanze, magari in razioni eccessive (indigestione), cibi troppo grassi, abuso di alcool o caffeina, e - ultimo ma non ultimo - lo stress quotidiano.

 

I marchi registrati presenti nel sito sono di proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.
Altri  nomi di prodotti, progetti, termini, processi o frasi menzionati nel sito possono essere marchi o denominazioni commerciali registrati ed usati solo per migliorare la ricerca degli stessi all'interno del portale.
Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica © 2015 Farmajet E' vietata la riproduzione anche parziale.