GASTRICOL 500 ML


Marchio: Gianluca Mech


Codice Min. 8032589950096


sconto 20%  Risparmi 4,40 €


22,00 €    17,60 €


aumenta quantità
diminuisci quantità


GASTRICOL 500 ml
I disturbi gastrici:
L’apparato gastrointestinale ha un ruolo fondamentale nel nostro equilibrio dietetico-metabolico.Attraverso di esso ciò che assumiamo con la dieta viene trasformato, rielaborato, reso assimilabile e quindi assorbito, l’apparato svolge anche una importante funzione depurativa e di smaltimento attraverso la formazione della massa fecale. L’apparato gastroenterico ha una doppia regolazione: ormonale e nervosa, per questo, non di rado, disturbi gastrici possono accompagnare disagi emozionali,condizioni d’ansia, ecc. Oggi più di un tempo lo stomaco è soggetto a disturbi non tanto per cosa mangiamo quanto per come mangiamo. Le manifestazioni sono le più svariate, ricordiamo: cattiva digestione, brucior di stomaco,cefalea, nausea, fenomeni ulcerosi.Lo stomaco inoltre è uno dei primi bersagli della
dieta irregolare o sbagliata, dell’uso improprio di farmaci (in particolare FANS), alcool.
Ingredienti - 14 piante -
LIQUIRIZIA ALTEA CAMOMILLA ANICE STELLATO MENTA FINOCCHIO MELISSA GINEPRO FIORI D’ARANCIO OLMARIA ERBA D’ORO DIOSCOREA ECHINACEA CALENDULA
N.B.: Le piante utilizzate sono selvatiche o comunque non trattate con agenti chimici.
Il prodotto non contiene né alcool, né zuccheri. Una volta aperto va consumato entro 30 giorni.
Le piante presenti nel prodotto Gastricol sono state scelte tra quelle che la tradizione e la scienzahanno accertato possedere proprietà ed effetti che, utilizzate in funzione di integrazione
alimentare, possono essere favorevoli all’omeostasi dell’apparato gastroenterico, utili nel prevenire bruciori e favorevoli nel processo digestivo. Si riportano qui di seguito alcuni dati da bibliografia in merito a queste piante dai quali risulta la loro idoneità a svolgere attività di integrazione alimentare con funzione salutistica.Il primo gruppo di piante presenti nella formulazione viene definito carminative, in grado cioè di promuovere le secrezioni gastriche, migliorare la motilità della muscolatura gastro-intestinale, incrementare il rilascio dei succhi gastrici migliorando il processo digestivo e prevenendo le fermentazioni intestinali. A questo gruppo appartengono: Anice stellato, Finocchio, Menta, Melissa e Fiori d’arancio. L’Anice stellato fa parte delle piante utilizzate dalla medicina tradizionale cinese. Il componente più rappresentativo è l’anetolo, molecola presente come costituente principale nell’olio essenziale.
La stesso composto è stato ritrovato nell’olio essenziale di Finocchio, l’attività di quest’ultimo era già noto nella Grecia classica. Entrambi questi estratti sono attivi nelle problematiche legate alla cattiva digestione di natura nervosa o ansiosa. Per questo possono essere indicate anche per meteorismi,aerofagie e spasmi gastrici. Studi recenti hanno evidenziato l’utilità di questi estratti qualora il problema digestivo sia accompagnato da cefalea, nausea o palpitazioni.
La Menta appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. La frazione attiva è costituita dall’olio essenziale, ma vanno anche ricordati i flavonoidi, carotenoidi e triterpeni. La composizione dell’olio essenziale è ampiamente conosciuta, il costituente principale è il mentolo seguito dal mentone, insieme raggiungono il 65%.La droga viene tradizionalmente impiegata per favorire l’omeostasi del tratto gastrointestinale, responsabile di questa azione è proprio il mentolo. Si è calcolato che la DL50 del mentolo è pari a 0,2 mg/kg, dose comunque mai raggiunta ai dosaggi terapeutici.La Melissa è un’altra Lamiacea originaria dell’Asia Minore. È arrivata in Europa nel Medio Evo e, da allora, viene impiegata come sedativo a livello della mucosa gastrointestinale. Nella sua composizione si sono riconosciuti derivati di natura terpenica dall’attività sedativa, tra di esse vanno ricordate: nerale (ciscitrale), geraniale (trans-citrale) e citronellale.
Test clinici condotti hanno evidenziato un effetto positivo sui disturbi gastroenterici a cui sia legata una componente ansiosa o stressogena. L’estratto non presenta tossicità acuta e cronica.In fine a tale gruppo si è voluto associare anche Fiori d’arancio. Una droga inserita nella
formulazione delle tisane sia allo scopo di migliorare le caratteristiche organolettiche della tisana stessa sia per l’azione coadiuvante le piante principali di cui sopra. Il secondo gruppo di piante presente esprime qualità lenitive e protettive delle mucose. La Liquirizia è una delle più importanti piante della Medicina Tradizionale Cinese, dove veniva usata per numerosi tipi di patologie. Tra i suoi costituenti principali si ricordano la glicirizina ed i flavonoidi. Iflavonoidi sono una importante classe di molecole naturali caratterizzati dalle sottostrutture: flavonica,flavonolica, isoflavonica e flavononica con attività prevalentemente antiossidante e protettiva delle pareti cellulari.La glicirizzina e l’acido glicirretico hanno proprietà antinfiammatoria: tale attività è dovuta all’inibizione degli enzimi che catalizzano la degradazione delle prostaglandine PGE e PGI.La Camomilla è una Asteracea molto diffusa in tutta Europa. L’attenzione su questa pianta è rivolta principalmente a due famiglie di composti chimici: l’olio essenziale ed i polifenoli. L’olio essenziale è di colore blu per la presenza di derivati azulenici tra cui il più rappresentativo è il camazulene. Questa molecola, isostero del naftalene, è un prodotto di degradazione della matricina. Altri costituenti sono il bisabololo e lo Le principali attività dell’estratto sono antinfiammatoria, spasmolitica, ma recenti studi hanno notato
che il (-)-a-bisabololo ha una importante effetto protettivo in caso di ulcera gastrica dovuta a indometacina (FANS), alcool o stress. L’estratto è sicuro poichè la DL50 supera i 5 g/Kg. L’Olmaria appartiene alla famiglia delle Rosaceae ed è diffusa in tutta Europa, soprattutto nelle zone umide. Nella sua composizione vi sono sia composti comuni alla maggior parte delle Rosaceae come l’acido ascorbico, sia composti specifici di questa droga: glucosidi di fenoli e derivati salicilici.Questi elementi ne giustificano l’attività antinfiammatoria. Alcuni studiosi russi hanno condotto studi sul ratto, secondo i quali l’olmaria avrebbe una notevole attività antiulcerosa. Altri studi l’hanno anche indicata come coadiuvante del processo digestivo. L’estratto non presenta tossicità acuta e subacuta. L’Erba d’oro cresce interreni aridi e silicei di Europa, Asia e America. La droga è rappresentata dalla sommità fiorita. Contiene saponine, flavonoidi,curarine e tannini. La tradizione popolare per le proprietà antidiarroiche.Diminuisce in oltre la permeabilità capillare e sembra utile nelle enteriti.Dioscorrea villosa veniva tradizionalmente impiegato dalle popolazioni del Centro America per la sua attività a livello gastrico, antispastica ed antinfiammatoria. L’Echinacea è una Asteracea diffusa nelle zone
montane e pedemontane del Nord America. Qui veniva utilizzata dalle popolazioni locali per vari disturbi tra cui il mal di stomaco. Oggi la pianta è ampiamente conosciuta e studiata e sono stati riconosciuti i composti realmente attivi: si tratta di derivati dell’acido caffeico tra cui molto importanti sono l’acido cicorico e l’echinacoside.
Acido Cicorico
È anche presente un olio essenziale. Le attività di questo composto sono fondamentalmente due: antinfiammatorio ed immunostimolante. Riduce fenomeni quali gonfiore, rossore, bruciore e dolore. Come l’Echinacea anche la Calendula appartiene alla famiglia delle Asteraceae. La maggior parte dei componenti attivi sono derivati di natura terpenica di cui è particolarmente ricco l’olio essenziale. Vanno ricordati dei derivati ossigenati tra cui carvone, iononi e oplapanone e derivati triterpenici pentaciclici. L’attività svolta è di tipo antinfiammatorio, antisettico e cicatrizzante, adatto ai disturbi del tratto gastroenterico. Acido salicilico
Oplopanone
Il preparato viene completato da tre estratti: Altea, Ginepro. L’Altea è una pianta che cresce
preferenzialmente nelle zone paludose dell’Europa e del Nord America. La droga è caratterizzata da un elevato tenore in carboidrati complessi (mucillagini) che svolgono un’azione protettiva meccanica a livello della parete gastrica, questa molecola coadiuva il muco normalmente secreto dalle cellulle gastriche, aumentando le difese della parete gastrica nei confronti dell’acido cloridrico presente. Agisce disponendosi sulla parete infiammata creando una barriera protettiva. L’estratto è molto sicuro e non presenta nessun tipo di tossicità. Il Ginepro vanta numerose attività terapeutiche come stimolante della funzionalità renale, digestivo ed attivo a livello dello stomaco. L’azione non è mediata da una sola molecola, ma è tutto l’estratto nel suo insieme responsabile dell’attività.
Consigli d’uso riportati nel flacone:
Si consiglia l’assunzione di uno o due misurini/fiale diluiti in un bicchiere d’acqua prima e
dopo i pasti principali.
1 misurino = 10 ml
Dose massima giornaliera consigliata 60 ml

 

I marchi registrati presenti nel sito sono di proprietà esclusiva dei rispettivi proprietari.
Altri  nomi di prodotti, progetti, termini, processi o frasi menzionati nel sito possono essere marchi o denominazioni commerciali registrati ed usati solo per migliorare la ricerca degli stessi all'interno del portale.
Tutti i prezzi pubblicati si intendono IVA inclusa. Le informazioni riportate possono essere soggette a modifiche senza preavviso.
Web site design, testi e grafica © 2015 Farmajet E' vietata la riproduzione anche parziale.